Gestire la Partita IVA ai tempi del Covid-19: a chi rivolgersi?

fiscozen - Gestire la Partita IVA ai tempi del Covid-19: a chi rivolgersi?

Un periodo che ha mandato in crisi molti liberi professionisti ed imprenditori

La rapida diffusione del corona virus, che ha obbligato il nostro Governo ad introdurre misure protettive speciali, non ci ha messi a dura prova soltanto dal punto di vista economico, ma anche burocratico.

Sono infatti milioni i liberi professionisti che quest’anno si chiedono come gestire la propria partita Iva, quali sono i vantaggi di cui possono usufruire e come è possibile destreggiarsi nella giungla burocratica italiana.

Se anche prima dell’arrivo del virus gestire una partita Iva era complicato, adesso più che mai sembra quasi impossibile.

Tuttavia pochi sanno che è anche possibile fare affidamento a consulenti fiscali e assistenti specializzati del settore direttamente dal proprio divano di casa, così da non dover svolgere tutto il lavoro in completa autonomia rischiando sbagli e negligenze.

Per gestire la propria partita Iva direttamente da casa ai tempi del Covid-19, la stragrande maggioranza dei liberi professionisti decide di affidarsi a piattaforme online come Fiscozen, progettate appositamente per essere in grado di dare una mano concreta d’aiuto a coloro che non hanno tempo da perdere compilando fogli di carta.

Ti potrebbe interessare:  Creazione del sito web, come procedere?

Non perdiamo altro tempo prezioso, ed andiamo a scoprire insieme, passo per passo, come funziona la gestione con questo consulente fiscale!

Fiscozen, il migliore assistente fiscale in periodo di pandemia

Come vi abbiamo accennato pochi secondi fa, le nuove norme emanate durante la diffusione del Covid-19 hanno messo a dura prova milioni di liberi professionisti in Italia, che dopo tante preoccupazioni sono riusciti a trovare una soluzione definitiva facendo affidamento a “consulenti fiscali 2.0”.

Tra questi, senza ombra di dubbio, dobbiamo citare Fiscozen, che si colloca ai primi posti, tra i vari consulenti telematici disponibili in Rete, per via della sua semplicità d’utilizzo. Una volta effettuata la registrazione il professionista avrà a propria disposizione un pacchetto di servizi per una gestione a 360°: dalla dichiarazione dei redditi al calcolo imposte e contributi, dalla predisposizione degli F24 all’invio del modello Instrastat, alla fatturazione elettronica e non, fino alla possibilità di confronto al telefono o in chat con un esperto “in carne e ossa”.

Ti potrebbe interessare:  Come rimuovere Istartsurf dal tuo PC

Creare ed organizzare fatture diventerà un gioco da ragazzi, le tasse non saranno più un incognita da attendere con ansia ed ogni cliente avrà uno spazio dedicato all’interno del portafoglio digitale.

Non è necessario preoccuparsi neanche per quanto riguarda il costo d’utilizzo di Fiscozen, che è di soli 299 € + IVA l’anno per chi si avvale del regime forfettario; si passa, invece, a 200 € + IVA per l’avvio di una ditta individuale (inclusa la presentazione della ComUnica e, ove richiesto, della SCIA), mentre l’apertura della P. IVA per i liberi professionisti è gratuita e si svolge online in 24 ore circa.

Affidarsi ad un classico consulente conviene di più?

Ora che abbiamo analizzato insieme come funziona un consulente telematico, nello specifico il servizio Fiscozen, è necessario spendere due parole anche sui normali studi di professionisti, nel tentativo di fare un confronto diretto.

Sono ancora tante le persone che fanno affidamento ai classici consulenti ma, a parità di prestazioni, risulta evidente che scegliere piattaforme come Fiscozen è molto più pratico, veloce e conveniente.

Ti potrebbe interessare:  Ultimi aggiornamenti S6 e S6Edge

Nessun operazione burocratica rappresenterà più una preoccupazione, non occorre spostarsi di persona, né fare lunghe code in uffici affollati, e la gestione della Partita Iva, seppur in un periodo alquanto arduo e difficile, si semplificherà enormemente, permettendoci di concentrarci sul lavoro di tutti i giorni.

Potrebbero interessarti anche...