Whathsapp, l’errore di Whatsapp in google

Whathsapp 1024x538 - Whathsapp, l'errore di Whatsapp in google

Google ci segnala l’errore più comune in ricerca di Whatsapp

Il simpatico errore di battitura, da whatsapp a whathsapp

Whathsapp, cosa? Si hai letto bene! Quante volte vi capita di incappare in errori di battitura sulla barra di ricerca di google? Spesso, almeno a me, per distrazione, o per fretta. E anche per whatsapp è così.

Proprio in questo ambito, dedicato alla tecnologia, sono davvero molti questi errori, riferiti a nomi di programmi o App su Google.

Infatti, curiosando nella rete sono incappato in qualche statistica molto simpatica, che appunto riguarda molti nomi specifici di programmi, tra cui la nota App di messaggistica whatsapp storpiato in Whathsapp. Non potevo quindi fare a meno di rendervi partecipi di questa curiosità e scriverci due righe.

Non solo l’App di whatsapp

Oltre a whatsapp vengono “storpiate” tutte le maggiori App conosciuto

Gli errori di battitura su google e altri motori di ricerca, sono sempre più frequenti con il crescere delle piattaforme digitali. Ovviamente, come logico, i nomi più difficili da ricercare sono quelli stranieri, che, in questo settore (tecnologia) sono i più diffusi in quanto sono i nomi di programmi o App: questi errori vengono chiamati misspelling, ossia errori di battitura. Infatti è abbastanza semplice incappare in nomi nuovi tipo follower, like, post, url, guest e tanti altri. Ma ovviamente, essendo il fenomeno molto diffuso, per svariati motivi, i maggiori motori di ricerca sono in possesso di algoritmi che automaticamente vede e corregge gli errori e, sempre in maniera automatica, corregge l’indirizzamento della ricerca verso il nome esatto.

Whathsapp è la ricerca su google da oltre due milioni di contatti, al posto di whatsapp

Non solo, wazap, wazzup, ma anche Whathsapp

La nota App di messaggistica istantanea, della famiglia di Facebook, come detto risulta tra le principali storpiature e numero d’errori di battitura. Il fatto è facilmente spiegato visto il difficile nome fatto da due distinte parole che si potrebbe facilmente confondere.

Ti potrebbe interessare:  Mailbird, la gestione della posta elettronica come non l'avete mai vista

Questo è il motivo per cui Wazzup è googlato per oltre 600mila volte, invece del corretto nome. Ma anche Wazap risulta googlato oltre 550mila volte. Ma ben oltre il milione l‘errore in titolo, davvero tanto!

Cenni del vero whatsapp

Cos’è whatsapp?

E’ l’App di messaggistica istantanea assolutamente più conosciuta nel mondo. Vanta milioni di profili attivi ed è disponibili su iPhone, Android e Windows Phone. Ma ci sono versioni disponibili anche per desktop. Il suo utilizzo è davvero facile ed intuitivo, e questo ha rappresentato il motivo principale per cui ha mandato nel dimenticato e in disuso i vecchi SMS e MMS. Inoltre, l’App è totalmente gratuita (diffidate da versioni dove viene chiesto di corrispondere denaro per il download o abbonamenti).

E’ un’App che consente a quanti la utilizzano di condividere messaggi di testo ma anche foto, video, audio e anche fiel. L’App è disponibile su device mobili e anche su computer, e per il suo utilizzo bisogna solo essere collegati a Internet. Contrariamente all’invio di SMS, i messaggi di WhatsApp sono gratuiti e non hanno alcun limite. Funge nelle stesse modalità di altre chat (tipo Messenger di FB) ma qui viene effettuata l’associazione al numero di cellulare della persona.

Con whatsapp invii testo, file multimediali e documenti

Per condividere messaggi con gli altri, è richiesto che anche l’altro utente abbia installato sul proprio device l’APPe, per inviare messaggi, bisogna avere il numero in rubrica. L’app funziona sia tramite dati del proprio piano tariffario su smartphone che se collegato in WiFi.

Ti potrebbe interessare:  Quale tipo di pubblicità su Google scegliere

Whatsapp è, e rimarrà, per sempre gratuito.

La diffusione dell’App è stata strabiliante, tant’è che anche mr. Zuckerberg l’ha notata e, con il raggiungere dei 450 milioni di profili accade qualcosa: con ben 16 miliardi di dollari, Facebook acquisisce WhatsApp.

Il vero WhatsApp, supera il miliardo di utenti nel 2016

Proprio così. Già ai primi giorni del 2016 il nuovo colosso è già una solida realtà e la piattaforma annuncia il superamento di un miliardo di utenti attivi.

WhatsApp è sicuro?

Dati su quanto WhatsApp sia sicuro

Per conoscere il funzionamento dell’App tecnicamente, bisogna sapere che l’App funge su server XMPP.

XMPP è una serie di protocolli per la messaggistica fondato su XML, ben radicato nei server online. I flussi di comunicazione sono trasmessi dalla sorgente, quindi dall’App scaricata sul proprio device, al server, che trasmette nuovamente una indicazione di conferma (nell’App è indicata come una spunta verde) e poi recapitato il messaggio al destinatario.

Quando il messaggio giunge al destinatario, il server trasmette una seconda indicazione ben nota a tutti, ossia compare la seconda spunta. Quando inceve il dato (testo, foto, video o audio) vengono letti/visualizzati, le due spunte diventano color blu.

Come indicato nelle righe sopra, l’iscrizione degli utenti nell’App accade tramite il loro numero privato, associandoci una password creata in maniera automatica da Whatsapp (password incognita che non dobbiamo inserire).

Ti potrebbe interessare:  WhatsApp, in arrivo annunci in-app e altre novità

Come indicato dai suoi sviluppatori, è un’App molto sicura. E’ un software con codice non noto (closed source) e, quindi, non si riesce a studiarlo a fondo per sapere se la procedura di cifratura end-to-end è davvero impeccabile.

Inoltre, conserva tutti i dati delle chat dei suoi utenti: nomi dei mittenti, orari delle conversazioni.

Detto ciò, l’APP è comoda e pratica per chattare con i propri conoscenti, ma si consiglia di evitare di parlare di informazioni di rilevante valore.

Le versioni disponibili di Whatsapp

Whatsapp per ogni sistema operativo

  1. e ancora Whatsapp disponibile per:
  2. per Windows Phone
  3. whatsapp Web o Whatsapp to web

WhatsApp non sarà mai a pagamento!

Perpetua gratuità per Whatsapp

Esattamente agli inizi del 2016, il patron di Facebook, annunciò ufficialmente che sarebbe stato, per sempre, gratuito. La piattaforma doveva essere free solo per un anno per poi essere accessibile mediante abbonamento (comunque con costi esigui). Gratis, per sempre!


Collegati alla pagina ufficiale di Whatsapp


Leggi anche: programmi per scrivere – Leggi anche: siti incontri gratuiti – Leggi anche: navigatore per android offline – Leggi anche: screenshot Galaxy S4 – Leggi anche: screenshot Galaxy S5 – Leggi anche: compleanni facebook – Leggi anche: lettore file word – Leggi anche: disinstallare candy box – Leggi anche: questo plugin non è supportato – Leggi anche: elenco siti truffaldini – Leggi anche: k45f virus

Potrebbero interessarti anche...