Le caratteristiche e potenzialità di Windows 11

Un desktop virtuale facile da configurare e da usare: è senza dubbio questa una delle caratteristiche più significative di Windows 11, sistema operativo che offre ai propri utenti la possibilità di configurare il desktop virtuale secondo una modalità non troppo diversa da quella attuata per i Mac. Il risultato? La possibilità di passare senza alcuna difficoltà dal desktop per uso professionale a quello personale o di gioco, in virtù delle funzionalità denominate Snap Groups e Snap Layout, con le quali è possibile raggruppare vari set di app e finestre.

Boole 1024x610 - Le caratteristiche e potenzialità di Windows 11

I punti di forza di Windows 11

Con Windows 11, Microsoft si è posta tra l’altro l’obiettivo di generare un sistema operativo che si rivelasse ideale per assecondare le esigenze di chi lavora in smart working. Per conseguire questo scopo si è fatto riferimento non solo alle funzionalità multitasking, ma anche all’integrazione nella barra delle applicazioni di Teams: ciò vuol dire che l’app non deve più essere scaricata, e accedervi è molto più semplice che in passato. Anche i gamer possono trovare un bel po’ di motivi per apprezzare Windows 11, con funzionalità che si ritrovano già nella Xbox. È il caso del Direct Storage, studiato per favorire un’esperienza migliore nel gioco al computer. È doverosa poi una citazione per i widget, che avevano debuttato con Windows Vista e che su Windows 11 possono essere personalizzati come si desidera.

Ti potrebbe interessare:  Come seguire le partite di calcio in streaming

Le differenze tra Windows 11 e i suoi predecessori

Ma che cosa è cambiato con l’arrivo di Windows 11 rispetto alle funzionalità dei suoi predecessori? In primo luogo si è assistito a una vera e propria rivoluzione del design, con l’introduzione di una interfaccia per molti aspetti decisamente più simile a quella dei Mac. Tra Windows 10 e Windows 11, poi, c’è stato un salto tecnologico grazie alle nuove funzionalità, come la già citata integrazione di Teams e il potenziamento sia delle attività del cloud che di quelle multitasking. Lo spostamento del Menu Start al centro della barra delle applicazioni, che a sua volta ha traslocato in centro rispetto alla posizione precedente, non è comunque definitivo: gli utenti non abituati a questa novità, infatti, hanno l’opportunità di riportare la barra a sinistra. Altro cambiamento significativo è quello che riguarda le app Android, che con Windows 11 si possono installare dal nuovo Microsoft Store. È vero che l’accesso alle app Android era garantito anche con Windows 10, ma in quel caso la procedura era più elaborata, mentre su Windows 11 è tutto nativo, con un passo ulteriore verso la definitiva fusione tra il sistema operativo mobile e quello desktop.

Ti potrebbe interessare:  Scopri le infinite possibilità della realtà virtuale: applicazioni e vantaggi

Come utilizzare in modo sicuro Windows 11

Per usare in maniera sicura Windows 11 è consigliabile adoperare un file encryptor per Windows, ovvero un software per la protezione delle cartelle e dei file che consente di cifrare i file in maniera manuale o in modalità automatica. La cifratura dei dati Windows è molto importante perché offre la possibilità di condividere i file presenti sul proprio computer tramite posta elettronica mantenendo comunque il controllo su di essi, in virtù delle molteplici limitazioni che si possono impostare in fase di invio. Inoltre, gli utenti hanno l’opportunità di attivare in locale la protezione file e cartelle, così da poter lavorare sui file stessi evitando di decifrarli, in modo che la protezione non venga interrotta.

Che cosa aspettarsi da Windows 12

Viste le potenzialità e le caratteristiche più importanti di Windows 11, non rimane che provare a capire che cosa ci si possa attendere dal suo successore, vale a dire Windows 12, destinato a essere rilasciato il prossimo anno. Fino a questo momento si sono rincorse parecchie voci in merito, che però non hanno trovato alcuna conferma ufficiale da parte di Microsoft. Si ipotizza che il rilascio di Windows 12 avverrà nel 2024 in virtù del fatto che di solito la nuova versione di Windows viene rilasciata sempre a tre anni di distanza da quella precedente. È stato ipotizzato che nel novero delle nuove funzionalità messe a disposizione da Windows 12 ci possano essere un sistema operativo fondato sul cloud e una nuova interfaccia utente. Si parla, poi, di un servizio di abbonamento e di un focus sull’intelligenza artificiale. Pare che la nuova interfaccia sia ancora più intuitiva rispetto a quella attuale e con maggiori possibilità di personalizzazione del desktop. Per quel che riguarda l’intelligenza artificiale, spesso in trend nelle ultime settimane anche su sito non di settore che han parlato diffusamente di chat gpt, invece, si parla di un assistente che fornirà supporto per la ricerca di informazioni e la gestione degli appuntamenti, ma anche di una suite di produttività e di un sistema di sicurezza basati proprio sulla AI. Non rimane che attendere il prossimo anno per capire se queste indiscrezioni saranno confermate o meno.

Ti potrebbe interessare:  Guida completa a Google Analytics: cos'è e come funziona

Potrebbero interessarti anche...